Cina-Turismo.com

 

CITTA' DELLA CINA

 

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

 

 

 

 

Clima in Cina!

 

Considerata l’estensione è la varietà territoriale che cottraddistinguono un paese come la Cina, dobbiamo affermare che il clima cinese è alquanto variegato: si va dal clima subartico del nord a quello tropicale di Hong Kong, passando per le varietà di clima continentali (tipici delle zone interne).


La Cina è interessata da un clima prevalentemente continentale anche se, in considerazione della vasta estensione latitudinale del paese si registrano sensibili variazioni tra le varie regioni settentrionali e occidentali e quelle orientali e meridionali. A nord, ad esempio, il clima è semiarido o arido, nell'estremo sud e a sud-est si trova una limitata zona con un clima tropicale, mentre la parte occidentale del paese è interessato da un clima di tipo temperato o temperato umido.


La Cina settentrionale, prettamente pianeggiante è esposta ai freddi venti siberiani che rendono i suoi invern alquanto rigidi (a nord di Pechino il termometro tocca spesso i -10 °C); in questa zona, le estati sono calde è piovose (seppur le precipitazioni diminuiscono man mano che si procede verso nord-ovest ed alla steppa)


A nord-est, in Manciuria troviamo un clima con caratteristiche simili a quello della Cina settentrionale: l’unica differenza consiste nel fatto che è più freddo; qui infatti le temperature, in inverno possono raggiungere i - 20 °C; le estati sono miti – con una temperatura intorno ai 20/25 °C – e piovose.


Un elemento che influenza profondamente il clima cinese è rappresentanto dal vento, in particolare il monsone (dall'arabo "mawsim" che significa "stagione"), un vento periodico, ciclico. Durante la stagione invernale, in tutte le regioni a nord del Chang Jiang, venti freddi e secchi soffiano dalla  Siberia centrale, portando, contemporaneamente, temperature basse e siccità nella maggior parte del paese; in estate, invece, aria umida e calda penetra verso l'interno dall'oceano Pacifico, portando precipitazioni e causando spesso tempeste anche violente.


A sud della valle del Chang Jiang il clima è quello subtropicale o tropicale, caratterizzato da estati caldi ed inverni mai troppo freddi.  Anche gli altipiani e i bacini delle regioni di sud-ovest hanno un clima subtropicale, contraddistinto però da notevoli variazioni locali; a causa delle altitudini elevate, qui le estati sono più fresche e, grazie alla protezione dai venti del Nord, gli inverni sono miti.


Nella Mongolia Interna e a nord-ovest prevale un clima semiarido. Le medie di gennaio rimangono inferiori ai -10 °C, ma scendono ulteriormente nella Zungaria, quelle di luglio superano generalmente i 20 °C. Le precipitazioni annuali sono inferiori a 250 mm, mentre nella maggior parte del territorio non superano i 100 mm. La stagione migliore per visitare la Mongolia è l’estate (da giugno a settembre).


Per le sue elevate altitudini, l'altopiano del Tibet è caratterizzato da un clima artico che lo rende visitabile solo nei mesi estivi (più precisamente da maggio ad ottobre) quando le temperature si attestano intorno ai 15 °C.

 

Il Xinjiang e il Gansu sono invece zone desertiche con forti variazioni climatiche tra estate (caratterizzata da una forte piovosità) ed inverno: meglio dunque visitarle in primavera o in autunno.

 

  •  
  •  

 

  •  

Condividi

 

Cina-Turismo.com è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




CULTURA IN CINAYin e Yang

CUCINA CINESERiso, Soia, Thè

HOTEL IN CINADove dormire

STORIA DELLA CINADalle origini ad oggi