Cina-Turismo.com

 

CITTA' DELLA CINA

 

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

 

 

 

 

Formalità d' ingresso in Cina!

 

 

  • Per entrare in territorio cinese è necessario essere in possesso di passaporto, con una validità residua di almeno 6 mesi, e  di  visto d’ingresso.
    In base allo scopo del viaggio, esistono diversi tipi di visti, rilasciati dal lgoverno cinese. Se desiderate recarvi in Cina per turismo, avrete bisogno, ovviamente, di un visto turistico (il cosidetto visto di tipo L), dovete rivolgervi – anche attraverso agenzie turistiche -, alle rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia
    Ecco l’iter da seguire per ottenere il visto turistico per la Cina:

 

  • presentare un passaporto in corso di validità (e con almeno una pagina libera)
  • compilare la domanda di rilascio del visto;
  • fornire le foto in formato fototessera per documenti
  • presentare la domanda corredata di tutti i documenti che illustrano le ragioni del viaggio in Cina.
  • È bene ricordare che il visto, non è mai rilasciato ai posti di frontiera. Chi, all’arrivo in territorio cinese ne risultasse sprovvisto sarà respinto ( o incorrerà in pesantissimi ammende). Attenzione anche alla data di scadenza del visto: si richia di pagare elevate multe. È comunque possibile prorogare la validità del visto turistico cinese per un massimo di 30 giorni, presentando domanda, tramite agenzie autorizzate o direttamente, all’Ufficio di Pubblica Sicurezza di domicilio temporaneo.


  • Se durante il vostro viaggio risiederete in abitazioni private di Cinesi o stranieri residenti in Cina dovrete registrare la vostra presenza temporanea presso il locale ufficio di Pubblica Sicurezza. Verrà richiesto all’ospitante il permesso di residenza e documentazione attestante proprietà o fitto della dimora e all’ospite un documento di identità. I contravventori sono passibili di ammenda sino a 500 rmb.

    Per qualsiasi informazioni, contattare la

  • Sezione Consolare  presso Ambasciata cinese:

  • Via Bruxelles 56 - 00198  ROMA
    Tel. 06.884.81.86
    Fax 0685352891
    Aperto lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12.

  • Norme Doganali
  • E’ vietata l’importazione e l’esportazione di:

  • valuta cinese (yuan/rmb). Non esistono particolari limitazioni all’importazione di valuta straniera. Se comunque la somma supera i 5.000 US$, e’ consigliabile dichiararla all’ingresso  compilando il formulario doganale in duplice copia, per poter poi dimostrare - all’uscita dal Paese - il  precedente possesso della somma eventualmente restante, in caso di controllo doganale.
  • armi, munizioni ed esplosivi;
  • piante e prodotti vegetali, frutta, verdura, insetti, animali, carne cruda, salumi, uova, latte, latticini ed altri prodotti facilmente deperibili.
  • trasmettitori/ricevitori radiofonici e parti principali di essi;
  • droghe e narcotici tossici;
  • qualsiasi documento in qualsiasi forma (cartacea, fotografica, elettronica) che sia nocivo alla politica, all’economia, alla cultura ed all’etica della Cina.
  • animali  e piante (o loro semi)
    • metalli rari e preziosi,  diamanti.

    Ricordiamo che vanno dichiarate le apparecchiature elettroniche di esclusivo uso personale e che il Governo cinese è solito esercitare un controllo rigoroso e scuproloso sull’ esportazione di oggetti ed opere d’arte caratterizzati da  un significativo valore culturale.

  •  

  • Nel caso si acquistino oggetti d’arte è dunque necessario assicurarsi che siano provviste delle necessarie certificazioni ed autorizzazioni all’esportazione da parte del Cultural Relics Appraisal Institute (36, Fuxue Hutong, Dongcheng District, Beijing). 


  • Se si viaggia con animali domestici è bene ricordarsi che E' consentito l'ingresso in Cina di un solo animale (cane o gatto) a persona. Necessario il certificato di buona salute e il certificato di vaccinazione antirabbica effettuata da almeno 30 giorni e non più di 365. 

  •  

  • Le Autorità cinesi  hanno predisposto un sistema di quarantena di 30 giorni all’arrivo per ognuno di detti animali (sono a carico del proprietario le spese di alloggio e mantenimento presso il canile municipale).


  • Intraprendere un viaggio in Cina con un animale domestico può essere complicato, non solo perché quasi la totalità delle strutture ricettive cinesi non li accetta, ma anche perché è necessario sottoporli a tutta una serie di visite e controlli e dotarli delle certificazioni del caso (tradotti in lingua inglese).

  •  
  •  

 

  •  

Condividi

 

Cina-Turismo.com è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




CULTURA IN CINAYin e Yang

CUCINA CINESERiso, Soia, Thè

HOTEL IN CINADove dormire

STORIA DELLA CINADalle origini ad oggi