Cina-Turismo.com

 

CITTA' DELLA CINA

 

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

 

 

 

 

Info utili per visitare la Cina!

 

Moneta:  Il renminbi (letteralmente “moneta del popolo”, abbreviata in RMB) è la valuta avente corso legale nella Repubblica Popolare Cinese.  Comunemente il renminbi è chiamata yuan o kuai. L'unità base del Renminbi è lo yuan, in cinese significa letteralmente "oggetto rotondo" o "moneta rotonda".

 

In base al sistema numerale cinese questo carattere ha due forme: una forma informale ed una formale usata per prevenire alterazioni ed errori contabili. Uno yuan è diviso in 10 jiao. Uno jiao è diviso in 10 fen. Il taglio più grande del renminbi è la banconota da 100 yuan. Il più piccolo taglio è la moneta o la banconota da 1 fen.


Il cambio attuale è, approssimativamente, il seguente:
1 Euro = 9,9 Renmimbi Yuan cinese;
1 Renmimbi Yuan cinese (CNY) = 0.11 Euro (EUR).


Quando viaggiate in Cina, portate con voi poco contante (ricordate che in Italia non si possono comperare yuan), qualche  traveller's cheques e una carta di credito tra quelle più conosciute: Visa, Mastercard, American Express.


Le banche: Gli sportelli bancari sono aperti dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, ma agli stranieri  è permesso effettuare dei cambi solo presso la Bank of China.  Se invece, volete prelevare utilizzando la carta di credito potete farlo presso quasi tutte le banche, ricordatevi che pochi sono i bancomat (ATM) abilitati ai prelievi in contanti. In molte cittadine più piccole inoltre i tempi di attesa per prelevare con le carte di credito sono estremamente lunghi. Evitate di cambiare in “nero”: dietro un cambio vantaggioso c’è quasi sempre una grossa fregatura.

 

Fuso orario: Nonostante la vastità del territorio (basti pensare che a est il sole raggiunge lo zenit alle 11, mentre ad ovest lo raggiunge alle 15), tutto il Paese adotta l’ora di Pechino (UTC/GMT : +8); rispetto all’Italia vi sono quindi + 7 ore; + 6 ore quando nel nostro Paese vige l’ora legale. 

 

Telefono: se dovete chiamare la Cina, dall’estero, componete il prefisso internazionale per la Cina 0086, poi il prefisso del distretto cittadino che dovete chiamare senza lo zero, seguito dal numero telefonico. Se vi trovate in Cina e dovete chiamare un altro distretto cittadino compoente il prefisso con lo zero; se vi trovate all’interno dello stesso distretto, componete direttamente il numero senza prefisso.


Fondamentalmente vi sono di due tipi di telefoni pubblici, quelli veri e propri che si usano quasi esclusivamente per mezzo di carte telefoniche prepagate, e quelli privati ma a disposizione del pubblico che si trovano nei piccoli negozi. Questi ultimi possono essere utilizzati solo per le telefonate locali.


Per telefonare in Italia è consigliabile non utilizzare cellulare o il telefono dell'albergo: potreste spendere una fortuna: meglio fare affidamento alle carte telefoniche prepagate da acquistare direttamente in Cina e disponibili nei tagli da 50, 100, 200 e 500 yuan.  Attenzione però: variano da città a città e spesso e volentieri da una città all’altra sono inutilizzabili. Le principali sono:

 

  • I.P. card: semplici da utilizzare, sono carte prepagate dotate di un chip simile alle nostre carte sim dei telefonini cellulari, e vanno inserite all'interno.
  • I.C. card: sono carte prepagate dotate di un numero di serie e di un PIN - codice segreto, che permettono di effettuare chiamate da qualsiasi telefono, anche da quelli non a scheda, come le carte telefoniche prepagate internazionali che oggi si usano in Italia. L'uso è relativamente semplice: si compone un numero di telefono locale gratuito, si sceglie la lingua (inglese o cinese) e poi si seguono le semplici istruzioni.

Ovunque, anche nelle piccole cittadine di campagna, vi sono banchetti che vendono sim card prepagate cinesi. Si sceglie il numero), si inserisce la sim nel proprio cellulare ed è fatta. Una curiosità: i numeri che contengono il 4, cifra ritenenuta di malaugurio, costano meno...

 

Voltaggio: è di 220 V con una frequenza di 50 Hz. Le prese elettriche l'elettricità sono di 4 tipi: 3 spinotti rettangolari, 3 spinotti tondi, 2 spinotti piatti senza messa a terra e 2 spinotti piccoli tondi (come quelle italiane). Consigliabile portarsi un adattatore.

 

  •  
  •  

 

  •  

Condividi

 

Cina-Turismo.com è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




CULTURA IN CINAYin e Yang

CUCINA CINESERiso, Soia, Thè

HOTEL IN CINADove dormire

STORIA DELLA CINADalle origini ad oggi