Cina-Turismo.com

 

CITTA' DELLA CINA

 

 

 

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

 

 

 

 

Il matrimonio in Cina!

 

Non si può parlare di un modo unico di celebrare il  rito del matrimonio in quanto la Cina è un Paese immenso: nel corso dei secoli, e degli millenni, ha subìto sincretismi, contaminazioni ed evoluzioni.


Fino a metà del '900, il matrimonio, in Cina, non si discostava molto da un contratto di compravendita. Durante la dinastia Song (960-1279) i matrimoni erano combinati e potevano verificarsi ancora casi di matrimoni tra parenti. Ci si sposava non per amore ma per motivi puramente economici e sociali perché il valore sociale dipendeva dal matrimonio.


I matrimoni erano decisi, o meglio contrattati, dai genitori. Le bambine, fin da piccole, erano destinate a un uomo che le avrebbe sposate dopo qualche anno. Esse quindi non avevano voce in capitolo a riguardo delle loro nozze. Dovevano accettare il loro destino, o… suicidarsi.


Secondo "Il libro dei riti" (I millennio a.C.) il matrimonio era composto da sei fasi:

 

  • dopo che gli intermediari hanno svolto il loro compito, la famiglia dell'uomo invia doni alla famiglia della donna;
  • se la famiglia della donna accetta lo sposo, l'uomo manda gli intermediari a informarsi sul nome della giovane e sul giorno, mese, anno e luogo di nascita in modo da poter fare previsioni e verificare se l'unione è compatibile;
  • se le previsioni danno un responso positivo, ci si fidanza;
  • l'uomo invia i doni ufficiali a casa della donna;
  • la famiglia dell'uomo e quella della donna si consultano per stabilire la data del matrimonio;
  • l'uomo manda a prendere la donna a casa e si celebrano le nozze.

Un matrimonio in Cina era  un po’ come il diamante: per sempre. Anche se è bene ricordare che l’uomo poteva recedere  dal “contratto matrimoniale”, nel caso in cui la sua sposa avesse compiuto uno uno dei "sette peccati", ossia:

 

    • non avesse generato figli;
    • avesse commesso adulterio;
    • non avesse onorato i suoceri;
    • avesse rubato;
    • parlasse troppo
    • fosse invidiosa o gelosa;
    • fosse gravemente malata;

 

Nel corso della seconda metà del Novecento, il matrimonio, è diventanto una scelta e non più imposizione e nel corso degli anni ’70 i cinesi adottarono “la moda” di sposarsi all'occidentale, ossia con abito bianco, anche se molte famiglie di umili origini scelgono ancora oggi di sposarsi in abiti tradizionali.Ma una volta sposati... come funziona il matrimonio dei cinesi?

 

Ultimamente, a giudicare dalle statistiche, i matrimoni cinesi non vanno benissimo: le donne non si sentono soddisfatte dei mariti e cercano consolazione altrove; così sempre più mariti, non fidandosi delle proprie mogli, ricorrono ai test del DNA quando queste sono in dolce attesa e purtroppo il 20% delle volte il figlio risulta essere di un altro.

 

Anche i casi di divorzi sono aumentati: dal 2002 al 2005 si sono addirittura triplicati ma bisogna riconoscere che l'aumento dei divorzi non riguarda solo la Cina.
Nelle campagne la situazione non è delle migliori: vi sono ancora matrimoni combinati e molte donne si suicidano a causa dell'eccessiva insoddisfazione.

  •  
  •  

 

  •  

Condividi

 

Cina-Turismo.com è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




CULTURA IN CINAYin e Yang

CUCINA CINESERiso, Soia, Thè

HOTEL IN CINADove dormire

STORIA DELLA CINADalle origini ad oggi